Lo Yoga

In molti casi io in psicoterapia inserisco due tecniche eccellenti di cura, lo Yoga e il Training Autogeno…ve li presento:
In un ambito psicoterapeutico di tipo fenomenologico esperenziale, lo Yoga si pone come un metodo d’eccellenza per la considerazione e la scoperta del corpo quale entità parlante: aldilà degli effetti noti (rilassamento e raccoglimento, ma anche forza e stabilità), lo consiglio anche come tecnica per apprendere un dialogo interiore con il vero sé situato nel profondo delle proprie viscere e muscoli. Ogni asana (la posizione che facciamo quando pratichiamo lo Yoga) è un momento, psico-fisio-neuro/logico, che agisce a livelli diversi, in cui, respiro dopo respiro, sia possibile l’ascolto e l’orientamento nel qui e ora, la cura del proprio sé e la conoscenza, con una valenza psicologica talvolta eccezionale…potremmo parlare di Yoga-terapia.

Yoga e Training dal punto di vista psico-emozionale trasformano il nostro corpo: esso diventa la Casa, luogo intimo per eccellenza….il corpo-casa, dove portare tutto il nostro essere e trovare ristoro e pace…il benessere reale e profondo, in totale autonomia.

Per lo Yoga posso segnalare:

1) Miglioramento delle funzioni cerebrali
Dopo 20 minuti di pratica di Yoga si può riscontrare un miglioramento delle funzioni cognitive, un aumento dell’attenzione e della memoria sul lavoro.

2) Riduzione dei livelli di stress
Lo Yoga aiuta ad alleviare lo stress. Questo potere deriva probabilmente dalla sua capacità di ridurre l’attività delle proteine note per avere un ruolo nel processo infiammatorio.

3) Maggiore flessibilità
Aiuta ad aumentare la flessibilità delle spalle, della schiena, delle ginocchia e contribuisce a sviluppare una maggiore resistenza.

4) Nuove buone abitudini
Lo Yoga stimola la forza di volontà e il desiderio di migliorarsi con un impegno costante, insegna a non essere troppo rigidi con se stessi ma allo stesso tempo a non lasciarsi andare alla pigrizia, a riconoscere i propri limiti e a capire come superarli nel caso in cui sia necessario.

Gli ulteriori benefici che si registreranno dopo pochi mesi sono:

1) Abbassamento della pressione sanguigna
Le persone con ipertensione lieve o moderata potrebbero beneficiare della pratica dello Yoga godendo di una riduzione maggiore della pressione arteriosa.

2) Miglioramento della capacità polmonare
Praticare Yoga per 15 settimane potrebbe aumentare in modo significativo la capacità polmonare vitale, che è la massima quantità di aria espirata dopo aver fatto un respiro profondo.

3) Miglioramento della vita sessuale
Lo Yoga può aiutare ad aumentare sia il desiderio che la soddisfazione sessuale, con particolare riferimento alle donne, anche perché le aiuterebbe ad avere più familiarità con il proprio corpo.

4) Alleviamento dell’ansia
12 settimane di pratica dello Yoga potrebbero contribuire a ridurre l’ansia.

5) Stabilizzazione della glicemia
Aggiungere lo Yoga ai consigli da seguire per la gestione del diabete può aiutare a rendere più costanti i livelli di zuccheri nel sangue. Inoltre soli tre mesi di pratica porterebbero ad una diminuzione dell’indice di massa corporea, fattore che aiuterebbe a ridurre i livelli di zuccheri nel sangue.

Infine dopo anni di pratica si otterranno:

1) Ossa più forti
Un ciclo di lezioni di Yoga della durata di due anni può migliorare la densità ossea, con particolare riferimento alle persone più anziane.

2) Riduzione del peso corporeo
La pratica regolare dello Yoga può aiutare a ridurre il peso corporeo o contribuire al mantenimento di un peso sano e stabile. Ogni esercizio e posizione Yoga aiuta a disintossicare, permette al corpo di pompare più sangue e aumentare il metabolismo.
Lo Yoga mentre esternamente tonifica la muscolatura, all’interno massaggia gli organi interni, migliorando la circolazione del sangue, attivando il sistema linfatico, molto utile per contrastare cellulite, gambe pesati e gonfiori.
Inoltre, grazie agli esercizi di respirazione Yoga impari a respirare meglio portando più ossigeno nel flusso sanguigno, questo permette una maggiore pulizia dei rifiuti organici.

3) Riduzione del rischio di malattie cardiache
Come parte integrante di uno stile di vita sano, lo Yoga può aiutare a ridurre i fattori di rischio cardiovascolare, come pressione alta, colesterolo alto e livelli di zuccheri nel sangue.

0 Comments

Add Your Comment: